rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Tifosi violenti

"Scontri fuori dallo stadio: il piano sicurezza va migliorato"

A chiederlo è il consigliere regionale della Lega Alessandro Corbetta dopo gli scontri avvenuti nel dopo partita Monza-Udinese

Scontri fuori dall'U-Power Stadium, sei tifosi arrestati, un poliziotto finisce in pronto soccorso e poco dopo una famiglia friulana a cena in un ristorante di Mponza viene aggredita da un gruppo di supporter dei biancorossi. Questo il 'bollettino di guerra' all'indomani della partita Monza-Udinese che si è giocata lo scorso 26 agosto. 

Sulla vicenda interviene il consigliere regionale della Lega Alessandro Corbetta (anche lui tifoso del Monza). "C'è qualcosa che non ha funzionato nel piano di sicurezza del post partita tra Monza e Udinese se i pulmini di alcuni tifosi dell'Udinese, evidentemente malintenzionati, hanno potuto raggiungere viale Sicilia per dare la caccia ai monzesi e dare il via a una serie di scontri e tafferugli che avrebbero potuto avere conseguenze ben più drammatiche". 

Corbetta è seriamente preoccupato. Nelle prossime settimane all'U-Power Stadium si giocheranno partite con tifoserie importanti quali Atalanta, Juventus e Lazio. "Sono seriamente preoccupato visto che siamo solamente alla seconda partita di serie A in casa ed episodi simili sono già avvenuti nei mesi scorsi ad esempio contro il Brescia - prosegue Corbetta -. Si rischia di lanciare un messaggio pericoloso ai violenti delle varie tifoserie che possono individuare Monza come una piazza dove mettersi in mostra. Visto che scontri del genere sono accaduti con l'Udinese, cosa potrebbe succedere quando ad arrivare saranno tifoserie ospiti ben più numerose come Napoli e Roma? Lunedì prossimo, ad esempio, c’è l’Atalanta". 

Un maggiore gioco di squadra: questo l'assist che lancia il consigliere regionale del Carroccio. "Va messo a punto il piano integrato di mobilità e sicurezza tra la questura e le varie istituzioni competenti e un sistema di scorta delle tifoserie organizzate ospiti per fare in modo che simili episodi non abbiano a ripetersi - aggiunge -. Se nel pre partita tutto è sembrato filare via liscio, non è parso così nel dopo partita dove di fatto è saltato il controllo lungo le zone dei parcheggi e di deflusso dei tifosi di casa e dove ritengo non debba essere permesso il passaggio a pullman e mezzi delle tifoserie organizzate ospiti, i quali devono essere scortati fuori città così come avviene nei vari stadi d’Italia. Insomma, prevenire è meglio che curare: ne va della sicurezza dei tifosi del Monza, che non possono sentirsi ospiti a casa loro, e delle stesse forze dell’ordine. Sono sicuro che tutte le istituzioni competenti siano al lavoro in questa direzione". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Scontri fuori dallo stadio: il piano sicurezza va migliorato"

MonzaToday è in caricamento