rotate-mobile
Venerdì, 12 Aprile 2024
Cronaca

Paura in aereo, allarme bomba su un volo Ryanair partito da Malpensa: cosa è successo

Lo stato d'allarme, durato oltre due ore, è terminato alle 22.15 di ieri 17 marzo

Grande spavento ieri venerdì 17 marzo per l'allarme bomba sul volo Ryanair decollato da Milano Malpensa (inizialmente, come racconta PalermoToday, si parlava di un volo proveniente da Pisa) e diretto a Palermo. 

L'aereo, una volta atterrato all'aeroporto Falcone Borsellino, è stato immediatamente evacuato. I 190 passeggeri e l'intero equipaggio sono stati messi al sicuro. L'intera area aeroportuale di Punta Raisi è stata chiusa e tutti gli altri voli in arrivo, sono stati dirottati a Catania per motivi di sicurezza. 

Gli artificieri sono subito giunti sul posto e hanno avviato le procedure per l'individuazione dell'ordigno. Immediate dunque le operazioni di bonifica e messa in sicurezza. Una volta a bordo, hanno controllato ogni spazio dell'aereo e anche le valigie imbarcate dai passeggeri. Dentro non c'era nessun ordigno. 

Intanto però il Budapest-Palermo (FR2020) Ryanair, il Firenze-Palermo (VY6922) di Vueling e il Milano-Palermo (AZ1793) di Ita Airways sono stati dirottati a Catania. Con il decollo del volo U22810 diretto a Malpensa operato da EasyJet la situazione è tornata alla normalità. Decollato anche il volo diretto a Barcellona. Lo stato d'allarme, durato oltre due ore, è terminato alle 22.15 e l'aeroporto ha ripreso la sua normale attività. Quella di venerdì era stata già una giornata complicata per i trasporti aerei in Italia per via dello sciopero proclamato da diverse sigle sindacali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Paura in aereo, allarme bomba su un volo Ryanair partito da Malpensa: cosa è successo

MonzaToday è in caricamento