Brianza in crisi, aziende fallite aumentate del sette per cento in un anno

Erano 255 nel 2011, sono balzate a 274 l'anno scorso. In forte ascesa pure i concordati preventivi: 86 nel 2012. Tra le aziende più colpite ci sono quelle meccaniche e commerciali

MONZA – Continua lo smantellamento «silenzioso» di quello che un tempo era un comparto industriale da record, e che faceva della Brianza la locomotiva d’Europa. Sono aumentate del sette per cento in un anno – per esempio – le imprese fallite. Erano state 255 nel 2011. Sono salite a 274 l’anno scorso. Un dato allarmante se messo a fianco ai numeri delle aziende in crisi, in cassa integrazione o a quelle che hanno chiuso e sono andate a produrre nei paesi dove la manodopera è quasi a costo zero.

IN AUMENTO ANCHE I CONCORDATI - In forte ascesa anche i concordati preventivi: 86 nel 2012. Erano stati 36 nel 2011. Un balzo del 58 per cento. Ai sindacati spesso non resta che aiutare i lavoratori ad avere i propri soldi: ciò che resta di quello che un tempo era uno stipendio.

DAL 2008 LA CRISI SI è ACCENTUATA - Dal 2000 a oggi la Cgil di Monza e Brianza ha aperto 4846 procedure su fallimenti di aziende. Ma è dal 2008 in poi che si è verificata una vera impennata: 433 casi, il 10 per cento circa del totale. In media i lavoratori sono riusciti a rientrare in possesso di circa 7mila euro.

NEL 2012 UN ULTERIORE PEGGIORAMENTO - Anche in questo caso, ciò che colpisce è l’aumento di pratiche aperte negli ultimi anni. Solo nel 2012 le pratiche fallimentari sono state 113 e i lavoratori assistiti sono stati 486: un balzo in avanti del 30 per cento. Il 2012 per la Cgil è stato un vero e proprio anno record per le pratiche fallimentari. Ma il 2013 promette purtroppo di non essere da meno.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LE AZIENDE PIU’ COLPITE - Tra le imprese più in crisi ci sono quelle meccaniche (134), quelle commerciali e di distribuzione (125), quelle edili (84). Meno numerose quelle chimiche (199, di trasporti (18) e delle comunicazioni (18).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Bollettino coronavirus 21 ottobre, record di contagi: 4.126 in Lombardia e 671 a Monza e Brianza

  • "Stop a spostamenti e attività dalle 23 alle 5 in Lombardia": la proposta al governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento