Anatra azzannata e uccisa da un cane nei giardini della Villa Reale

L'Enpa condanna l'ennesimo episodio di violenza avvenuto nell'area dove il regolamento prevede che i cani debbano essere condotti al guinzaglio. L'accaduto

Un’anatra azzannata e uccisa da un cane nei giardini della Villa Reale di Monza.

“Ogni volta che ne parliamo vorremmo che fosse l'ultimo episodio, invece siamo ancora qui a scrivere dell'ennesimo caso di aggressione di un cane ai danni di un animale selvatico nei pressi del laghetto” prendono posizione dall’Enpa.

Dopo cigni, ricci, talpe, lepri e scoiattoli, stavolta è toccato a un esemplare femmina di ibrido anatra-germano. È successo venerdì 31 maggio, di prima mattina. La dinamica dell’accaduto non è stata ricostruita nel dettaglio: “Non sappiamo se il povero animale, in cerca di salvezza, si sia buttato nel laghetto perché inseguito dal cane, o se il cane abbia oltrepassato la recinzione e l'abbia predato in acqua. Di fatto per la piccola Caffè - questo il simpatico nome dato all'anatra dai frequentatori dei giardini - non c'è stato nulla da fare, i denti del predatore che sono affondati nella sua gola non le hanno purtroppo lasciato scampo”.

Cani al guinzaglio: il regolamento del Parco

Il Regolamento del Parco e dei Giardini della Villa Reale, esposto sui cartelli in diversi punti dell’area verde, prevede che nel Parco (che con i suoi 688 ettari è il più grande parco europeo circondato da mura) i cani debbono essere tenuti al guinzaglio oppure lasciati liberi ma con museruola e sempre sotto sorveglianza, mentre nei Giardini della Villa Reale vige l'obbligo di tenere i cani al guinzaglio. Per quanto riguarda gli animali selvatici, l'art. 3 del Regolamento recita che "è fatto assoluto divieto di uccidere, catturare o anche semplicemente molestare gli animali".

“Che in Villa Reale il regolamento venga bellamente ignorato da parte dei proprietari di cani è ormai assodato, soprattutto da parte di chi ha cani da caccia e considera gli animali ospiti del laghetto ottimi "sparring partners" per tenere allenate le doti venatorie del proprio quattrozampe. La costante presenza di cani che inseguono anatre e germani fa sì che questi lasciano incustoditi i piccoli che diventano così facile preda per cornacchie e rapaci; una cinquantina quelli morti da aprile a oggi” spiegano dall’Enpa.

Cosa dice la legge

“Condurre un cane senza guinzaglio integra, nel caso di uccisione o ferimento di animali selvatici, la violazione dell'art. 2052 c.c. (danno cagionato da animali) e dell' art. 672 (omessa custodia e malgoverno degli animali)”. ENPA ha colto l’occasione per chiedere ancora una volta alle Autorità un intervento più incisivo: urge incentivare i controlli e colpire i proprietari più incivili nel portafoglio, proprietari che a quanto pare sono sempre gli stessi, negli stessi orari e nello stesso luogo e cioè i giardini della Villa Reale.

“Il nostro appello è quello di maggior rispetto per la vita di tutti gli animali che vivono nel Parco per fare si che quella che dovrebbe essere un'oasi di pace cessi di essere una zona di guerra. L'auspicio è anche quello che Amministrazione Comunale di Monza e Consorzio Villa Reale e Parco di Monza trovino la soluzione per individuare precise aree del Parco destinate a cani liberi con proprietari responsabili”.

Potrebbe interessarti

  • La scopa elettrica senza fili conviene per davvero?

  • Il colore di capelli più cool dell’estate? È l’Icy White

  • Casa piccola? Gli errori da non fare quando la si arreda

  • Mankai, il superfood che vuole sostituire la carne

I più letti della settimana

  • Morta Nadia Toffa, la conduttrice de Le Iene combatteva contro il cancro

  • Malore mentre fa il bagno nell'Adda, 42enne muore dopo essere stato soccorso in acqua

  • Ferragosto a Monza: le migliori cose da fare

  • Evade ma l'auto va in panne sotto il temporale, soccorso dai carabinieri e arrestato

  • Incidente in tangenziale Est a Carugate, auto finiscono fuori strada e una si ribalta: due feriti

  • Ladri si lanciano dal balcone per sfuggire ai carabinieri, 31enne resta a terra: arrestato

Torna su
MonzaToday è in caricamento