Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca

Appena scarcerato e ubriaco si getta nel Naviglio Martesana e non riemerge più

L'uomo, un pregiudicato appena uscito dal carcere dopo una condanna per stupefacenti, intorno alle diciotto si è gettato sulle acque del fiume

Immagine di repertorio

E’ scomparso nel nulla. Lo hanno visto tuffarsi e non è più riemerso. E’ giallo sulle sorti di un marocchino di ventotto anni che venerdì sera, attorno alle diciannove, dopo aver bevuto molto alcol, si è tuffato nel Naviglio Maresana a Trezzo Sull’Adda.

Sommozzatori, elicottero del 118 e carabinieri da allora lo cercano. L’uomo, un pregiudicato appena uscito dal carcere dopo una condanna per stupefacenti, intorno alle diciotto si è gettato sulle acque del fiume, nella frazione di Concesa.

Si ipotizza che l’uomo sia morto annegato ma che il suo corpo possa essere rimasto incastrato sul fondo del fiume o trascinato via dalla corrente. Le ricerche proseguono.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appena scarcerato e ubriaco si getta nel Naviglio Martesana e non riemerge più

MonzaToday è in caricamento