"Scherzetto" di Halloween, lo street food in piazza Cambiaghi salta

La manifestazione in programma da domenica 30 ottobre a martedì 1 novembre in piazza Cambiaghi non si farà: il comune non ha mai concesso l'autorizzazione

Manifesti affissi per tutta la città, campagna pubblicitaria già avviata ed evento imminente. Per lo street food in piazza Cambiaghi in programma da domenica 30 ottobre a martedì 1 novembre era tutto pronto ma a stoppare l'evento, solo qualche giorno fa, è stato il no del municipio con il rifiuto della concessione dell'autorizzazione per la manifestazione. Che, secondo piazza Trento e Trieste, "mai era stata concessa".

Una trentina di professionisti del cibo on the road pronti a proporre specialità da tutta Italia, dall'Europa e dal mondo avrebbero invaso con colori, profumi e sapori piazza Cambiaghi accompagnati da artisti di strada e intrattenimento per animare il centro cittadino nel weekend lungo di Halloween. 

Dopo la proposta comunicata agli uffici preposti dalla società monzese Mo.Di., che ha già organizzato e promosso diversi appuntamenti di street food in Brianza e in tutta Italia, i preparativi per l'evento erano andati avanti con alcuni "aggiustamenti" rispetto al progetto iniziale della manifestazione.

A pochi giorni dall'evento però gli organizzatori si sono trovati, a pubblicità già fatta, senza nessuna autorizzazione tra le mani da parte del comune. "Ci è stata negata l'autorizzazione" spiegano dalla società organizzatrice, dopo mesi di preparativi avviati e un plateatico da 6.300 euro che eravamo pronti a versare". "Per tutti gli eventi che abbiamo sempre organizzato la concessione materialmente ci è sempre stata rilasciata e timbrata il giorno stesso e per questo pensavamo che il dialogo avviato con gli uffici fosse positivo e abbiamo esaudito tutte le richieste di modifica che ci sono state avanzate tra cui la riduzione del numero di partecipanti, il divieto di vendita di superalcolici e la predisposizione di bagni pubblici".

Dal municipio però non si spiegano il perchè di tutto questo stupore di fronte al no perchè, sostiene l'assessore alle Attività Produttive e al Turismo, Carlo Abbà, "il permesso per l'evento non era mai stato accordato". 

"Mi dispiace" - ha aggiunto l'assessore - "ma una manifestazione di questo tipo con 1000 mq solo di stand e panche di appoggio per le attività di ristorazione non poteva essere ospitata in pieno centro. Un evento di questo tipo non è adatto al centro città che è stato teatro di altre manifestazioni di street food con un impatto scenografico diverso e con la sola presenza di truck food e non di gazebi di ristorazione con cucine annesse" ha spiegato Abbà. La manifestazione si sarebbe potuta tranquillamente tenere altrove e, tra gli spazi più consoni ad ospitare il festival, gli uffici comunali avevano suggerito l'area dell'ex fiera dove recentemente si è tenuto il BierFest con un grande successo di pubblico. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La dea bendata bacia la Brianza: con un Gratta e Vinci porta a casa 20 mila euro

  • Ospedale di Vimercate "al collasso", NurSind: "Di notte solo 2 infermieri per 53 malati"

  • Dramma ad Agrate Brianza, trovato senza vita in un campo un uomo di 34 anni

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Marito e moglie, sposati da oltre 60 anni, muoiono di covid lo stesso giorno a Monza

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento