Cronaca San Gerardo / Via Sant'Andrea

Mentre dorme immagina di avere un ladro in casa e chiama la polizia

Mercoledì a Monza sono intervenuti gli agenti della polizia locale per tranquillizzare l'anziana pensionata 90enne. Nell'abitazione però non c'era alcuna presenza estranea e nemmeno alcun segno di effrazione

"Venite subito, c'è qualcuno in casa". Ad alzare la cornetta e chiedere aiuto al comando di polizia locale di via Marsala a Monza mercoledì pomeriggio è stata una anziana pensionata di quasi 90 anni convinta di avere un ladro nascosto tra le stanze della sua abitazione.

Quando la polizia locale intorno alle 17 è arrivata nell'appartamento di via Sant'Andrea dove la donna abita da sola però non ha notato alcun segno di effrazione e nessun indizio che potesse far pensare a una presenza estranea nella casa. Tutto era perfettamente in ordine e all'appello non mancavano nè contanti, nè gioielli e nemmeno provviste. 

La signora, molto scossa e spaventata, ha raccontato che mentre era sul letto distesa a riposare avrebbe visto in piedi nella sua stanza da letto davanti a sè un uomo che le avrebbe chiesto "un tozzo di pane". Il presunto malintenzionato non avrebbe minacciato la donna ma le avrebe soltanto chiesto da mangiare, senza puntare ai soldi o a eventuali oggetti di valore. 

E' stato proprio questo elemento che ha insinuato negli agenti qualche dubbio sulla veridicità del racconto della signora che appariva molto confusa e sovrapponeva alla realtà il ricordo di fatti accaduti anni indietro, facendo anche molta confusione nel ricostruire gli eventi. Di fronte a questa delicata situazione la polizia locale si è preoccupata di tranquillizzare la donna e di convincerla che nessuno si fosse nascosto a casa sua, accompagnandola per tutte le stanze dell'abitazione a verificare di persona. Nonostante l'intervento istituzionale degli agenti fosse ufficialmente terminato una volta appurato che non era stato commesso alcun reato, gli uomini del comando di via Marsala hanno fatto di più e hanno cercato di aiutare la signora contattando prima una vicina di casa che ha provato a tranquillizzare la novantenne e poi la figlia. 

A giovare un brutto scherzo alla signora, lucida e attiva nonostante i suoi 89 anni tanto da frequentare anche l'università della terza età, sarà stata la paura di trovarsi di fronte uno sconosciuto in casa. Per fortuna questa volta è accaduto soltanto per finta. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mentre dorme immagina di avere un ladro in casa e chiama la polizia

MonzaToday è in caricamento