Cronaca San Giuseppe / Via Cappuccini

Anziana truffata da una coppia: "Siamo amici di sua figlia, possiamo entrare?"

La vittima, 70 anni, era appena tornata da cimitero quando si è trovata davanti alla porta di casa un uomo e una donna affabili e gentili che poi sono fuggiti con il suo oro

Si sono presentati con il sorriso stampato in faccia e gentilezza da vendere due truffatori "professionisti", un uomo e una donna, che hanno finto di essere amici della figlia della vittima, e poi sono fuggiti via con tutto l'oro che sono riusciti a recuperare in casa, lasciando in lacrime una pensionata.

E' successo a Monza nella mattinata di martedì quando una donna di 70 anni, vedova, rientrando dal cimitero dove era stata a portare un mazzo di fiori al marito defunto si è trovata davanti alla porta di casa in via dei Capuccini un uomo e una donna. Robusto, carnagione chiara e accento del nord lui e alta, magra, capelli corti, sulla trentina lei. I due hanno detto alla signora di essere amici della figlia e hanno chiesto di poter entrare in casa. La pensionata si è fidata e, mentre lei scambiava qualche chiacchiera con la ragazza sulla soglia, il complice si è intrufolato nell'appartamento e ha iniziato a ispezionare i locali alla ricerca di oro e valori da rubare. 

Quando i due hanno salutato gentilmente e si sono allontanati la signora è entrata nel soggiorno e ha capito di essere stata derubata: la cassaforte che nascondeva dietro uno dei quadri appesi alla parete era stata aperta con le chiavi che teneva custodite in un cassetto del mobile del soggiorno e tutto il suo oro era sparito. L'episodio è stato denunciato al commissariato di Polizia di Stato di viale Romagna e gli agenti al momento sono impegnati nelle indagini per risalire ai responsabili dell'accaduto. 

A dare l'allarme dopo il raggiro è stato il figlio della donna che ha riferito ai poliziotti del la truffa di cui era stata vittima la madre: il racconto della signora però, visibilmente scossa dall'accaduto, è apparso confuso e lacunoso e gli investigatori non escludono che con una scusa i due malintenzionati siano riusciti a farsi consegnare il denaro direttamente dalle mani della donna perchè nell'abitazione tutto appare perfettamente in ordine. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziana truffata da una coppia: "Siamo amici di sua figlia, possiamo entrare?"

MonzaToday è in caricamento