Raccolta rifiuti, a Monza il servizio di igiene urbana resta alla ditta Sangalli

Aggiudicazione definitiva per l’impresa Sangalli fino al 2025. In attesa dell’affidamento dei servizi, resterà in vigore la proroga tecnica

Foto Impresasangalli.it

La ditta Sangalli ha ottenuto l’aggiudicazione definitiva per l’appalto relativo al servizio di igiene urbana. L’iter amministrativo si è concluso lo scorso 24 luglio e all’impresa Sangalli Giancarlo Srl sono stati affidati i servizi di raccolta e trasporto dei rifiuti e pulizia delle strade della città. L’appalto di igiene urbana è stato aggiudicato fino al 2025, con possibilità di proroghe fino al 2028, per un valore complessivo di 111 milioni di euro.

Proroga tecnica

Come da prassi consolidata di autotutela dell’Ente, l’avvio del servizio non avverrà simultaneamente all’aggiudicazione in attesa di eventuali ricorsi e, comunque, fino alla data della prima sentenza di giudizio del TAR sui ricorsi amministrativi già pendenti. Per garantire la continuità del servizio, prima dell’aggiudicazione definitiva, lo scorso 3 luglio il Comune di Monza e l’impresa Sangalli Giancarlo Srl hanno sottoscritto la proroga tecnica dei servizi di igiene urbana.

I nuovi servizi

Sono quattro i servizi aggiuntivi inseriti nella proroga tecnica di cui due già attivati. Lo svuotamento serale dei cestini (dalle 19.30 alle 21.30) nelle piazze del centro storico è iniziato lo scorso 13 luglio e comprende anche la pulizia dell’area circostante. Il 23 luglio, invece, è partito il presidio di supporto alla raccolta differenziata durante il mercato di piazza Cambiaghi e piazza Trento e, per il periodo estivo, al Parco della Boscherona. Infine si stanno definendo le modalità organizzative per il lavaggio dei marciapiedi con detergente neutro e per la raccolta straordinaria dei rifiuti per i bar e i ristoranti. Il servizio prevede il ritiro porta a porta dell’umido, della carta/cartone, della plastica e del residuo secco.

“Con la proroga tecnica – sottolinea l’Assessore all’Ambiente Martina Sassoli – abbiamo attivato nuovi importanti servizi con una contestuale riduzione del canone mensile, che passa da 1.300.990 euro a 1.089.572 con un risparmio di oltre duecento mila euro. L’esperienza dell’emergenza sanitaria ci ha insegnato che per riuscire a progettare e migliorare la qualità dei servizi è indispensabile saper ascoltare, comprendere le esigenze della città e accogliere le indicazioni che ogni giorno giungono da chi vive e lavora sul nostro territorio. L’obiettivo è migliorare il decoro urbano per far vivere famiglie e bambini in una città sempre più pulita e supportare il lavoro degli operatori economici. Lo possiamo fare – e lo stiamo facendo - in tempi rapidi, modificando i servizi e potenziandoli anche grazie a una componente innovativa molto forte. In accordo con il Consorzio Parco, ad esempio, definiremo il primo progetto di raccolta differenziata al Parco”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

Torna su
MonzaToday è in caricamento