Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca Arcore

Parco dell'Acqua: il cantiere si "veste" e si "racconta" con pannelli e disegni

La recinzione è stata ricoperta dai rendering e dalle immagini del progetto firmato Brianzacque

Il cantiere è iniziato: ad Arcore gli operai sono al lavoro per la realizzazione del Parco dell’Acqua di Brianzacque. L’area dei lavori è stata recintata e rivestita da 63 metri di copertura fatta da 21 pannelli. Pannelli che raccontano il progetto: uno storytelling che attraverso rendering, disegni e piantine illustra l'opera ora in fase di costruzione, che ne spiega gli obiettivi, ne fornisce dati, numeri e tutta una serie altre informazioni. Naturalmente per il taglio del nastro bisognerà aspettare la fine di settembre, ma intanto i cittadini che passeggeranno accanto all’area lungo le vie Monte Bianco e Monte Generoso ne potranno iniziare a conoscere la storia e la creazione.

“Al di là di  conferire uniformità e una visione ordinata dell'area di cantiere – spiega Enrico Boerci, presidente e amministratore delegato di Brianzacque - quest'operazione vuole raccontare l'entità e le finalità di una realizzazione unica nel suo genere in un'ottica di comunicazione di progetto che sentiamo di  dovere al territorio e ai suoi cittadini ".

Il progetto coinvolgerà diversi comuni: Arcore, l’area tra Carnate e Bernareggio e una terza nel vimercatese. Il Parco dell’Acqua si comporrà di un bacino di infiltrazione per la raccolta delle acque meteoriche, perfettamente calpestabile in condizioni di asciutto. Ci saranno poi canali, percorsi pedonali e ciclabili, piazze, sedute, aree giochi per tutte le età, pic nic, orti urbani, spazi per organizzare eventi. Tutto armonicamente incastonato nel contesto sociale e ambientale.

Il Parco dell’Acqua non è un’idea futuribile, ma una soluzione progettuale che si sta già concretizzando ad Arcore e in una fascia di territorio compresa tra Bernareggio e Carnate mentre, sempre nel Vimercatese, è già in corso di progettazione un terzo intervento fra Sulbiate e Aicurzio.

Bernareggio-Carnate, un parco nel cuore dell'area sportiva

Il Parco dell’Acqua pilota ha preso avvio lo scorso novembre ad Arcore. Ora, un secondo parco è in fase di realizzazione tra i comuni di Bernareggio e Carnate, all’interno dell’area sportiva del CTL3. Si estende su una superficie di 24 mila mq, il doppio rispetto a quella di Arcore, e si concluderà nel primo trimestre del 2022.  Il progetto è stato finanziato da Regione Lombardia per 1,130 mln nel programma di interventi urgenti e prioritari attinenti al servizio idrico integrato. L’investimento complessivo è di 2,26 mln: la restante parte sarà sostenuta da BrianzAcque. 

L'opera si comporrà di una vasca e di una serie di canali che la alimentano, posizionati sui confini dei campi agricoli con la funzione di raccogliere e invasare le acque di ruscellamento e di drenarle fino al bacino di contenimento idrico. Tutt’attorno un percorso ciclopedonale e una mini-area attrezzata per la sosta. Particolarità: all’interno della vasca verrà ricavato un laghetto perenne alimentato da un pozzo di prima falda, già realizzato da BrianzAcque per irrigare il campo sportivo. Questo specchio d’acqua fungerà da habitat e da punto di sosta per alcune specie di anfibi e di volatili a completamento del corridoio ecologico già esistente.

Per garantire alle persone di passeggiare all’interno del bacino in tempo di asciutta, sono state pensate discese molto dolci, così da permettere una fruizione dell’invaso a 360°.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parco dell'Acqua: il cantiere si "veste" e si "racconta" con pannelli e disegni

MonzaToday è in caricamento