Tragedia ad Arcore, resta incastrato in una recinzione: 38enne muore soffocato

È successo nel pomeriggio di venerdì 6 luglio in via Beretta ad Arcore

Il luogo della tragedia (foto B&V Photographers)

Nel pomeriggio di venerdì 6 luglio un uomo di 38 anni, cittadino marocchino, è morto soffocato in via Beretta ad Arcore, incastrato in una cancellata del civico 26. Tutto è accaduto alle 17, come riferito dall'azienda regionale di emergenza urgenza.

Sul caso stanno indagando i carabinieri della compagnia di Monza che tengono il più stretto riserbo. Non è ancora chiaro cosa sia accaduto, per il momento l'unica certezza è che l'uomo — non è chiaro se fosse rincorso da qualcuno — abbia cercato di attraversare un varco della cancellata di circa 20-25 centimetri rimanendo incastrato tra un palo e un muro.

È stato subito lanciato l'allarme e sul posto sono intervenuti i sanitari del 118 con un'ambulanza e un'automedica in codice rosso. I primi a soccorrerlo sono stati gli stessi residenti, ma ogni tentativo è stato vano: liberato dai vigili del fuoco, i soccorritori hanno provato a rianimarlo ma è stato tutto inutile. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Ospedale di Vimercate "al collasso", NurSind: "Di notte solo 2 infermieri per 53 malati"

  • Dramma ad Agrate Brianza, trovato senza vita in un campo un uomo di 34 anni

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento