La costringeva a prostituirsi. Dramma familiare ad Arcore

Un uomo di origine straniera costringeva la convivente ad avere rapporti a pagamenti. A mettere fine all'inferno sono stati i Carabinieri

ARCORE  - La costringeva a prostituirsi a suon di schiaffi e botte. La drammatica vicenda  è emersa nei giorni scorsi in paese, dove i militari hanno arrestato un 34 enne di nazionalità bulgara che costringeva la convivente ad avere rapporti a pagamento. I due vivevano in via Edison. L'uomo si trova ora rinchiuso nel carcere di Monza con l'accusa di sfruttamento della prostituzione e maltrattamenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

Torna su
MonzaToday è in caricamento