Controllo della prostituzione, tredici arresti tra cui due donne

Maxi operazione dopo un'indagine durata un anno. Nel mirino una banda organizzata che portava le ragazze dall'Albania e le faceva prostituire in Brianza

Il più anziano degli arrestati

Maxi operazione contro lo sfruttamento della prostituzione nel Comasco e in Brianza: i carabinieri di Cantù e quelli di Turate hanno arrestato in tutto tredici persone, di cui dodici albanesi e una romena, su mandato delle procure di Como e Monza dopo un'indagine durata circa un anno. L'organizzazione smantellata agiva in grande stile, controllando la prostituzione lungo almeno quattro strade provinciali della zona e anche il "traffico" di ragazze dall'Albania all'Italia.

I ruoli all'interno della banda erano ben definiti. Le ragazze, individuate in Albania, venivano accompagnate in Italia dove alcuni membri dell'organizzazione si occupavano di reperire gli appartamenti dove soggiornare, altri di accompagnare le giovani sulle strade ogni giorno, e così via. Le arterie interessate sono la s.p. 32 Novedratese, la s.p. 23 di Appiano Gentile, la s.p. 33 di Lomazzo e la s.p. 41 di Inverigo.

Tra gli arrestati anche due donne, tra cui l'unica persona romena del gruppo, che oltre ad esercitare la prostituzione avevano anche un ruolo attivo nel controllo del territorio, in modo che nelle loro zone non accedesse nessuna ragazza controllata da altre bande. A meno che non pagassero un "canone di affitto" per restare nella stessa area.

Molti degli uomini arrestati sono anche responsabili di diversi furti in appartamento nelle zone di Como, Monza, Sondrio, Verona e Brescia. Riconducibile all'organizzazione anche un omicidio avvenuto a Seveso nell'estate 2013: un albanese venne ucciso per un regolamento di conti legato al controllo della prostituzione. E legami ci potrebbero essere con un agguato subito da un cittadino albanese di recente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

GLI ARRESTATI - Le due donne arrestate sono H.E., 25 anni, domiciliata a Senago, e Z.C., romena, 22 anni, domiciliata a Casnate con Bernate. Di Senago altri due arrestati, P.G. (31 anni) e M.K. (25 anni). Di Milano S.A. (26 anni) e C.G. (25 anni). Di Pogliano Milanese V.D. (30 anni). Di Varedo V.Sh. (22 anni). Di Cesano Maderno V.A. (34 anni). Di Mariano Comense C.A. (24 anni). Di Monza H.P. (27 anni) e V.Se. (22 anni). Infine di Cantù il più "anziano", V.A., di 36 anni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento