Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca

Arrestato imprenditore monzese, evasione per 50 milioni di euro

Un imprenditore 43enne di Monza, a capo di un'azienda leader nel settore dei servizi alle imprese, è stato arrestato al termine di un'operazione condotta dalla Guardia di Finanza

Frode fiscale per 50 milioni di euro.

E' questa l'accusa con cui è finito in manette un imprenditore 43enne di Monza. Un impero commerciale che contava 16 aziende satelliti, una holding ben strutturata, leader nel settore di fornitura dei servizi alle imprese, con 2200 collaboratori sparsi in tutta Italia e un fatturato da 82 milioni di euro.

Anche se all'apparenza il bilancio andava a gonfie vele la realtà era diversa: evasione di imposte e contributi previdenziali basata su falsificazione della contabilità.

Le indagini della Guardia di Finanza sono partite agli inizi del 2013, dopo la rilevazione di irregolarità da parte dell'INPS e sono terminate solo dopo mesi quando ormai alle Fiamme Gialle monzesi era chiaro ogni meccanismo del disegno criminale e tutti i responsabili erano stati identificati.

L’imprenditore è attualmente detenuto nel carcere di Monza e nei suoi confronti è stata disposta una confisca preventiva che ha colpito i suoi beni tra cui la villa a Lesmo dove vive con la famiglia, un super attico ad Alghero, 6 villette realizzate a Villasanta, 13 appartamenti, 43 capannoni industriali e 40 terreni distribuiti tra le provincie di Milano, Monza, Bergamo, Lecco e Sassari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato imprenditore monzese, evasione per 50 milioni di euro

MonzaToday è in caricamento