Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

Traffico di rifiuti da 82 milioni di euro: arrestato noto imprenditore

In manette è finito Oscar Sozzi, imprenditore e titolare di due aziende lombarde per il recupero dei rifiuti. Con documenti falsi, avrebbe smaltito cinquantamila tonnellate di rifiuti per un valore di 82 milioni di euro. Coinvolte anche tre aziende brianzole

Nell’ambito di un’attività di indagine avviata nel 2012 su una banda criminale che si dedicava al traffico illecito di rifiuti, la Polfer ha arrestato Sozzi Oscar, pregiudicato di quarantadue anni, titolare di due ditte lombarde per il recupero di rifiuti.

L’uomo, in particolare, promuoveva e coordinava le attività illecite degli altri membri del gruppo crimilane, tre italiani e un tunisino, tutti indagati ex articolo 416 del codice penale. 

Le indagini hanno consentito di accertare che, negli anni, le due aziende hanno esercitato l’attività in modo illegittimo poiché ricevevano, sistematicamente, rifiuti di rame e ferrosi. I rifiuti erano acquistati in nero ed erano ceduti ad altre imprese, attraverso documenti falsi. 

Gli accertamenti investigativi hanno consentito di rilevare movimenti per più di 50mila tonnellate di rifiuti ferrosi, per un controvalore pari a circa 82 milioni di euro. L’attività investigativa è stata coordinata dalla Dda di Milano.

Secondo quanto emerge dalle carte dell'inchiesta, nel giro sarebbero coinvolte anche aziende di Desio, Arcore e Besana Brianza. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Traffico di rifiuti da 82 milioni di euro: arrestato noto imprenditore

MonzaToday è in caricamento