Cronaca Ceriano Laghetto

Arrestato il presunto rapinatore della ciclabile delle Groane: alcune vittime finite anche in ospedale

L'uomo si nascondeva tra i cespugli e individuata la vittima la aggrediva violentemente

Da tempo era diventato il terrore dei ciclisti che attraversavano il Parco delle Groane. Un rapinatore che sarebbe stato solito assalire le sue vittime in modo violento per rubargli la bicicletta, scappando via facendo perdere le sue tracce.

I carabinieri mercoledì 4 agosto hanno arrestato il presunto rapinatore. Si tratta di un uomo di 30 anni, di origine marocchina, pregiudicato e senza fissa dimora. L’uomo era diventato l’incubo dei ciclisti che attraversavano la grande area verde. 

Dalle testimonianze raccolte dagli inquirenti l'uomo si nascondeva in mezzo alla fitta vegetazione da dove studiava accuratamente i movimenti delle sue vittime. Attendeva il momento giusto per balzare fuori e aggredirle con violenza.

Nell'ultimo mese i carabinieri hanno raccolto le denunce di cinque rapine, tutte avvenute sulla ciclabile del Parco delle Groane nel tratto compreso tra il confine brianzolo e quello milanese, tra Ceriano Laghetto e Solaro.

Alcune vittime sarebbero finite in ospedale a causa delle percosse ricevute. Le biciclette, quasi tutte di valore, alcune anche migliaia di euro, non sono ancora state ritrovate e probabilmente sono finite nel giro della ricettazione.

Le denunce e le testimonianze delle vittime sono state fondamentali per permettere ai militari di risalire al possibile rapinatore.  Dopo diverse settimane di lavoro i carabinieri della Tenenza di Cesano Maderno,  in collaborazione con i colleghi della stazione di Solaro, sono riusciti a fermare l’uomo.

Il presunto rapinatore, dopo la convalida del fermo da parte della Procura della Repubblica e del Tribunale, è stato trasferito nel carcere di Monza

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato il presunto rapinatore della ciclabile delle Groane: alcune vittime finite anche in ospedale

MonzaToday è in caricamento