In tasca 13 carte di credito, ma non sono sue. Arrestato un uomo

I carabinieri di Carugate giovedì pomeriggio hanno arrestato un 40enne romeno pregiudicato con l'accusa di contraffazione di carte di credito

Uno sportello Bancomat

Camminare a gattoni tra i rulli di un autolavaggio per sfuggire ai Carabinieri.

Una fine ingloriosa per un uomo con in tasca ben 13 carte di credito. Ne aveva 13 sì, ma non erano sue.

Il malvivente, un 40enne romeno pregiudicato, è stato fermato giovedì pomeriggio dai Carabinieri di Carugate presso l’area autolavaggio del centro Commerciale “Carosello”.

A destare sospetti e richiedere il conseguente intervento delle forze dell’ordine era stata la direzione di uno dei negozi del centro dove l'uomo stava tentando di acquistare diverso materiale elettronico. Dopo tre tentativi di “strisciare” tre diverse carte gli addetti alle vendite si erano insospettiti.

I timori erano fondati perché tutte le carte utilizzate, e le altre in possesso dell’uomo, erano state clonate.

 Il truffatore è stato così arrestato con l’accusa di utilizzo fraudolento di carte di credito contraffatte.

La clonazione era avvenuta ai danni di diversi cittadini residenti tra Vimercate, Trezzo, Vaprio d’Adda e Busnago rilevazioni queste che fanno presumere che lo sportello tramite cui avveniva la duplicazione doveva essere situato in uno di questi comuni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elettra Lamborghini vuole ristrutturare casa e cerca su Instagram l'impresa più veloce

  • Festa in casa tra ragazzini mentre la nonna dorme ma arrivano i carabinieri: 17 multe

  • Dalla Brianza in dono un cucciolo per superare la morte improvvisa del piccolo Cairo

  • "Io apro", a Monza c'è chi è pronto ad accogliere al tavolo i clienti il 15 gennaio (nonostante i divieti) e chi no

  • Accoltella moglie in strada e inventa rapina, in casa droga: arrestato per tentato omicidio

  • L'inseguimento, l'ultima telefonata al padre e poi il suicidio: si indaga sulla morte di un 28enne di Lentate

Torna su
MonzaToday è in caricamento