Sparò a due rivali per il controllo della prostituzione: arrestato

In manette è finito un giovane di nazionalità albanese. A giugno scorso aveva cercato di uccidere due romeni in viale Fulvio Testi a Cinisello. Per gli inquirenti si trattò di un regolamento di conti tra bande

Il giovane finito in manette - Foto MonzaToday

Avevano cercato di dare un segnale forte all’altra banda. Avevano cercato di far capire a chi spettava il predominio in zona. 

Brahim Ademi, un giovane albanese, è stato arrestato dalla squadra mobile della polizia di Milano perché ritenuto uno dei responsabili della sparatoria di giugno 2014 in viale Fulvio Testi a Cinisello Balsamo. 

In quell’occasione erano rimasti feriti due romeni, che avevano avuto la peggio in una sparatoria legata al controllo della prostituzione nella città di Monza e nelle zone a Nord-est di Milano. 

Il giovane albanese, accusato di tentato omicidio, è finito in manette al termine delle indagini, che avevano già portato alla cattura di altri otto uomini, appartenenti alle due bande, e al sequestro di un revolver. 

La polizia lo ha incastrato grazie alle analisi dei tabulati telefonici e alle intercettazioni. Secondo quanto ricostruito dagli agenti, une delle vittime e l'albanese si erano dati appuntamento la mattina dell'11 giugno per chiarirsi. Quella mattina, però, il chiarimento si trasformò subito in una sparatoria. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

  • Incidente a Monza, scontro tra auto e ambulanza diretta al San Gerardo

Torna su
MonzaToday è in caricamento