Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Libertà / Viale Monza

La tradisce, poi la perseguita per mesi: arrestato stalker monzese

La donna, una ventiduenne cassiera in un supermercato, aveva provato a cambiare numero di cellulare e lavoro, ma non era riuscita a sfuggire al suo stalker. La storia

Chiamate, sms, appostamenti sotto casa, sotto il suo posto di lavoro vecchio e anche sotto quello nuovo. Oltre cento episodi in sei mesi, da quando a gennaio lei, una ventiduenne italiana, aveva deciso di mettere fine alla storia con lui, che la tradiva con altre donne. Un'insistenza che poco aveva a che fare con il corteggiamento di chi vorrebbe essere perdonato e che, invece, aveva molto in comune con una condotta persecutoria. 

Per questo motivo, domenica pomeriggio, gli agenti della polizia di stato hanno arrestato l'uomo, un autista trentaduenne residente nel monzese, senza precedenti penali. 

I poliziotti lo hanno bloccato quando si è presentato all'interno del supermercato dove l'ex fidanzata lavora come cassiera, in viale Monza. Con la scusa di pagare del cioccolato, ha fatto la coda nella cassa dove la donna stava operando e poi ha iniziato a discutere con lei con toni accesi.

Immediatamente i colleghi hanno chiamato la polizia. L'intervento delle volanti ha messo fine ad un periodo da incubo: secondo il racconto della vittima, che già nel mese di marzo si era recata al commissariato di Villa San Giovanni per denunciarlo e chiedere consigli su quali atteggiamenti adottare, l'uomo si era spinto ad entrare nella sua casa facendosi aprire dalle coinquiline usando scuse del tutto false. In più, era solito presentarsi nei locali frequentati dalla donna e a lei non era bastato nemmeno cambiare numero di cellulare o lavoro perché l’uomo era sempre riuscito a ‘intercettare’ ogni novità.

Almeno fino a quando domenica la polizia lo ha arrestato con l’accusa di stalking. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La tradisce, poi la perseguita per mesi: arrestato stalker monzese

MonzaToday è in caricamento