Tifoso arrestato allo stadio dopo Inter-Milan: in manette un brugherese

Un 23enne di Brugherio, tifoso del Milan, è accusato di aver lanciato un fumogeno che ha colpito un agente della Digos

La curva Sud durante il derby - Foto Ansa

Un tifoso milanista di 23 anni di Brugherio domenica sera è stato arrestato a Milano dopo il derby Inter-Milan a San Siro.

Il giovane, accusato di aver lanciato un fumogeno all'interno dello stadio, è stato fermato dagli agenti che hanno visionato le riprese delle telecamere che lo immortalavano in azione. 

Durante il secondo tempo della gara - vinta 3-2 dai nerazzurri con un super Icardi -, il giovane avrebbe acceso una torcia e l'avrebbe poi buttata in campo, colpendo un agente della Digos, che è comunque rimasto illeso.  Il ventitreenne è stato individuato grazie alle telecamere di sicurezza di San Siro - si trovava nella curva Sud, cuore del tifo del Milan - e al termine della partita gli agenti hanno fatto scattare le manette. Il tifoso sarà processato per direttissima per "lancio di oggetti pericolosi".  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento