Biassono, furti in villa: il "palo" fugge, i carabinieri sparano

Si è risolta con l'arresto la fuga di un 21 enne sorpreso dai carabinieri a fare da "palo" mentre i complici cercavano di introdursi in un'abitazione di via Oberdan

BIASSONO -  Inseguimento per le strade di Biassono nel pomeriggio di sabato. Si erano introdotti in due all'interno di una villetta in via Oberdan, dopo aver forzato la porta d'ingresso e neutralizzato il sistema d'allarme: bottino, un orologio e monili in oro per un valore complessivo di 15mila euro. La centrale operativa dei carabinienieri se ne accorge e avverte una volante, che si materializza all'improvviso  nella strada. E' un attimo: alla vista della gazzella, uno dei due ladri, quello tornato in macchina a fare da "palo" per il complice, scappa a bordo della sua Audi Q3.  

L'INSEGUIMENTO E GLI SPARI - Comincia un inseguimento serrato per le vie di Biassono, con il ladro che cerca di speronare ripetutamente la macchina dei carabinieri. Sono istanti concitati: temendo per l'incolumità propria e dei colleghi, il capopattuglia spara un primo colpo di avvertimento in aria per costringere il guidatore alla resa, ma senza esito: un secondo colpo mirato alle gomme centra la  vettura, ma neanche questo riesce a fermarla.

L'ARRESTO - Sarà solo il muro di via Pisacane, contro cui il giovanissimo autista si è schiantato per l'alta velocità, a fermare la sua pazza corsa per sfuggire alla cattura. La fuga di L.G., nativo di Genova ma residente a Cesano Boscone, finisce poco dopo, braccato dai carabinieri che nel frattempo erano stati raggiunti dai rinforzi.  Per lui l'accusa è di rapina aggravata. Nessuna traccia, invece, del complice.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

TARGA FALSA - Sull'auto, risultata intestata a un pregiudicato, i due avevano applicato una targa falsa nella speranza di eludere i controlli. A bordo del veicolo, una bomboletta di poliuretano utilizzata per neutralizzare il sistema di allarme, un grosso cacciavite e una radio ricetrasmittente. Le indagini dei carabinieri stanno appurando se il ragazzo arrestato si sia reso protagonista di altri reati. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Bollettino coronavirus 21 ottobre, record di contagi: 4.126 in Lombardia e 671 a Monza e Brianza

  • "Stop a spostamenti e attività dalle 23 alle 5 in Lombardia": la proposta al governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento