Agrate, costringe una giovane a prostituirsi in strada: 32enne in manette

L'accusa è di favoreggiamento e induzione alla prostituzione nei confronti di una ragazza romena. Ma nel giro dell'aguzzino sarebbero finite altre vittime

AGRATE BRIANZA -  Nel corso della nottata i militari di Carugate hanno fatto scattare le manette per un 32enne di nazionalità albanese, in Italia senza fissa dimora. Nei suoi confronti sono stati raccolti “univoci indizi di colpevolezza in ordine al reato di favoreggiamento e induzione alla prostituzione” per aver costretto una 25enne rumena a vendere il proprio corpo lungo arteria stradale provinciale s.p. 2, tra Agrate Brianza e Carugate.

Secondo i militari numerosi elementi proverebbero che il 32enne, già coinvolto in passato in un’indagine analoga, si sia reso responsabile di sfruttamento della prostituzione nei confronti di altre giovani donne, tutte di nazionalita’ romena.
Nella sua auto sono state rinvenute confezioni di preservativi corrispondenti ad oltre duemila pezzi, evidente segno di rilevante ed importante attivita’ illecita in atto.
L’ arrestato e’ stato associato presso la casa circondariale di monza a disposizione dell’autorita’ giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

Torna su
MonzaToday è in caricamento