Violenta lite familiare, genitori chiamano i CC: il figlio in manette

Una serata triste per una coppia di genitori costretti a chiamare le forze dell'ordine per difendersi dal figlio. All'arrivo dei militari, il giovane non ci ha visto più e ha aggredito anche loro

Il govane ha aggredito anche i militari

CAVENAGO - Una lite familiare che poteva finire male, tanto da costringere i genitori a chiamare i carabinieri.  Questi i contorni di quanto accaduto domenica sera a Cavenago, quando i militari della stazione di Bellusco sono stati chiamati dai genitori di L.N. ventenne nato in Nordafrica, nullafacente.  Il giovane, tossicodipendente e pluripregiudicato, ha  costretto i genitori a chiedere l'aiuto delle forze dell'ordine. Giunti sul posto, i militari hanno cercato di riportare la calma, ma per tutta risposta hanno ricevuto calci e pugni tanto che uno è rimasto lievemente ferito. E' stato necessario immobilizzare forzatamente il ragazzo, che è stato trasportato in carcere a Monza in attesa di rito direttissimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento