Cronaca San Donato / Viale Enrico Fermi

Inchiesta Clean City, arresti anche a Cologno Monzese

Il vicesindaco del comune, Raffaele Cantalupo, e l'assessore all'edilizia Maurizio Diaco, sono finiti in manette nell'ambito dell'indagine sulle presunte tangenti intascate dalla "Sangalli & Co" e sugli appalti truccati

Non solo Monza e Brianza nel mirino degli inquirenti per la vicenda dei presunti appalti e delle tangenti per l’assegnazione dei servizi di smaltimento rifiuti che ha alzato il sipario su quanto andava in scena nella sede della “Sangalli & C”.

Dopo gli arresti di dicembre nell’ambito dell’inchiesta Clean City martedì mattina in un blitz delle Fiamme Gialle sono scattate le manette anche per il vicesindaco di Cologno Monzese e assessore all’ambiente, Raffele Cantalupo, e per l’assessore all’edilizia, Maurizio Diaco.

I due esponenti politici sarebbero finiti nei guai per aver incassato una tangente di diversi milioni di euro che sarebbe dovuta servire a far vincere all’azienda di smaltimento rifiuti monzese l’appalto cittadino.

La cifra pattuita per pilotare la gara pubblica ammontava a 300 mila euro e questa modica somma avrebbe fruttato alla “Sangalli & Co” un giro d’affari da 28 milioni di euro.

Oltre a loro sono indagati nell'ambito della stessa inchiesta anche Cologno Monzese: Arrestato il Vicesindaco e l'assessore
un dipendente della Sangalli e un dipendente di Area Sud Milano Spa ora agli arresti domiciliari. 
 

Potrebbe interessarti:https://www.milanotoday.it/cronaca/raffaele-cantalupo-maurizio-diaco-arrestati.html
Seguici su Facebook:https://www.facebook.com/MilanoToday

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inchiesta Clean City, arresti anche a Cologno Monzese

MonzaToday è in caricamento