Cronaca

Narcotraffico, beni per 15 mln sequestrati tra Firenze e Napoli

Alle indagini che hanno portato in manette due persone ha contribuito la complessa attività investigativa dei carabinieri di Monza

MONZA - C'é anche un bar a Firenze, il caffè Bonetti in piazza dei Pitti, dominata dal celebre e omonimo Palazzo, oltre ad un complesso alberghiero e varie altre attività commerciali a Napoli, e ad una serie di appartamenti tra i beni per 15 milioni di euro sequestrati dalla Polizia di Napoli. Il provvedimento è stato adottato nei confronti di Carmine D'Ario, considerato componente di un'organizzazione di narcotrafficanti, e della suocera, Concetta Vitucci, accusata di aver reimpiegato capitali da usura in attività economiche.

La complessa attività investigativa svolta dai carabinieri della compagnia di Monza ha consentito di accertare, secondo le forze dell'ordine, che l'uomo era inserito in un gruppo di narcotrafficanti (facente capo a Vincenzo Timpano, legato alla malavita organizzata calabrese) che importava ingenti quantitativi di cocaina dal sud America e dalla Spagna, con lo specifico compito di procacciare la droga da distribuire in Italia

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Narcotraffico, beni per 15 mln sequestrati tra Firenze e Napoli

MonzaToday è in caricamento