Rapinano un rappresentante di gioielli prima di una televendita

Quattro arresti a Firenze grazie a un'indagine del Nucleo Investigativo dei Carabinieri di Monza: in manette sono finiti due italiani e due malviventi albanesi a cui era stata commissionata la rapina del valore di 500mila euro in preziosi

Nell'ambito di una vasta indagine contro la cosiddetta criminalità predatoria nell’est milanese - che ha già portato all’esecuzione di otto fermi di indiziati di delitto, per una serie di furti aggravati commessi in Lombardia ed in Veneto - i carabinieri del Nucleo Invetigativo di Monza hanno arrestato quattro persone. I malviventi sono stati fermati la notte tra giovedì e venerdì, a Firenze con la collaborazione del Nucleo Investigativo di Firenze e il Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria.

L’ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata emessa dal gip di Milano, su richiesta della Procura della Repubblica meneghina, nei confronti dei presunti responsabili di una rapina compiuta nel primo pomeriggio di venerdì 11 marzo a Firenze. 

GUARDA IL VIDEO

L’episodio contestato agli arrestati, due italiani di 46 e 59 anni e due cittadini albanesi di 28 e 46, tutti pregiudicati per reati contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti, riguarda una rapina contro un rappresentante di gioielli aggredito mentre si stava recando nella sede di un’emittente televisiva locale, con il prezioso campionario, per una televendita.

I due italiani erano venuti a sapere che la vittima proprio quel giorno si sarebbe trovata a Firenze, via dei Cadorna, presso la sede dell’emittente televisiva “Teleregione Toscana”, dove avrebbe dovuto effettuare una televendita di preziosi con “campionario” del un valore di € 50.000 circa.  due albanesi, ai quali la rapina era stata commissionata, hanno atteso che il gioielliere scendesse dal proprio veicolo e, brandendo una pistola semiautomatica ed una pistola elettrica tipo “taser”, lo hanno minacciato di morte. Strattonandolo i malviventi sono riusciti a impossessarsi delle due borse che il rappresentante di preziosi aveva con sé e poi si sono dati alla fuga. L’accanita resistenza della vittima però ha fatto perdere ad uno dei due rapinatori proprio la borsa con i preziosi che è stata subito recuperata.

Grazie anche all’analisi operata sulle conversazioni intercettate tra gli indagati i carabinieri hanno ricostruito tutti le fasi della vicenda. Sono al momento in corso accertamenti per risalire ad eventuali responsabilità degli arrestati in ordine ad altri reati della medesima indole commessi nell’area fiorentina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento