menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I quadri sequestrati

I quadri sequestrati

Sgominata banda di ladri: in casa una tonnellata di zinco e due quadri d'autore

In manette due romeni a Grezzago. Nove i connazionali denunciati tra cui un minorenne

Il “tesoro” di una banda di malviventi era nascosto dentro una cascina. A Grezzago, in una vecchia corte di via Cavour 29, i carabinieri della compagnia di Vimercate hanno sorpreso due cittadini romeni di 38 e 42 anni, entrambi pregiudicati, con una tonnellata di zinco. I due uomini quando i militari hanno fatto irruzione nell’appartamento erano intenti a rimuovere dal materiale il marchio di produzione per renderne impossibile la riconducibilità al legittimo proprietario e rivendere così il metallo sul mercato clandestino. Il metallo era stato asportato da un’azienda del pavese dove è in corso di quantificazione il danno subito.

Le sorprese nell’appartamento però non sono finite lì e i carabinieri hanno rinvenuto anche due dipinti con cornice a firma di “G.F. Gonzaga” per i quali sono in corso verifiche con il supporto del Nucleo Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale di Monza. Per i due pregiudicati le manette sono scattate in flagranza di reato per “tentato riciclaggio” e “ricettazione in concorso”. Insieme a loro però sono stati denunciati altri nove soggetti romeni tra cui un minore, tutti con precedenti specifici e tutti coinvolti nell’attività della banda dedita al furto e al riciclaggio di metalli. In un’abitazione attigua a quella perquisita dai militari infatti gli accertamenti hanno consentito di rinvenire due compressori professionali, tre trapani con relativa valigetta, un aerografo, tre smerigliatrici elettriche, diversi accessori per telefoni cellulari, numerose confezioni di taglierini e di lame di ricambio, attrezzi vari idonei allo scasso e cesoie.

Il valore della merce supera i quindicimila euro e sul materiale sono in corso accertamenti per risalire alla provenienza. I due pregiudicati sono stati accompagnati a “San Vittore” mentre gli altri nove, sono stati denunciati in stato di libertà per ricettazione in concorso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Lombardia verso la zona rossa da lunedì 18 gennaio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento