Immigrazione clandestina, tredici "scafisti" di terra arrestati dalla polizia

L'operazione "Transitus" è stata condotta dal personale del commissariato di Polizia di Stato di Monza e oltre alla Brianza ha coinvolto i territori di Milano, Brescia e Venezia

Associazione a delinquere finalizzata allo sfruttamento dell'immigrazione clandestina. E' questa l'accusa con cui sono finite in manette tredici persone arrestate dalla Polizia di Stato grazie a un'indagine coordinata dal personale del commissariato di Monza.

L'operazione "Transitus", questo il nome dell'indagine che ha portato alla luce il traffico di uomini che dall'Italia conduceva ai paesi del Nord Europa, ha condotto a tredici ordinanze di custodia cautelare in carcere chieste dal pm della Dda Alessandra Cerreti ed emesse dal gip Teresa De Pascale nei confronti di sei cittadini egiziani, tre albanesi, due romeni, un siriano e una donna brasiliana.

I "trafficanti di uomini" oltre alla provincia di Monza e Brianza si muovevano tra Milano, Brescia e Venezia. L'indagine dei poliziotti monzesi ha documentato venti viaggi effettuati in un solo mese con circa 100 persone trasferite. Sequestrati i veicoli utilizzati per i "viaggi" della speranza via terra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento