Cronaca Lentate sul Seveso / Via Nazionale dei Giovi

Vanno a vendere 10 kg di cocaina con una neonata in auto: tre arresti

Un’austriaca e un tedesco, i “corrieri”, viaggiavano con una bimba di un anno in auto. Sequestrati anche 166mila euro in contanti. Le immagini

Avevano portato con loro anche la figlioletta di un anno. Erano convinti che lo scambio andasse a buon fine, senza nessun problema. E invece il loro acquirente erano tenuto d’occhio dalla polizia, che è intervenuta fermandoli tutti e sequestrando il loro “tesoro”. 

Martedì pomeriggio gli agenti della squadra mobile di Milano hanno arrestato tre persone - un ventottenne albanese, un’austriaca di ventisette anni e un tedesco trentatreenne - e hanno sequestrato dieci chili e mezzo di cocaina e 166mila euro in contanti. 

La coppia viaggiava su una Peugeot intestata al ragazzo a bordo della quale c’era anche una bimba di meno di un anno, figlia della ventisettenne. Nella stessa auto, però, in un vano vicino alla ruota erano nascosti anche dieci chili di cocaina, già divisa in panetti, ciascuno con un filo attaccato. Nascosto in macchina, poi, è stato trovato un gancio presumibilmente utilizzato per “ripescare” i panetti nascosti. 
 
Da qualche giorno, gli agenti stavano seguendo l'albanese, residente a Lentate sul Seveso. Martedì pomeriggio, i poliziotti lo hanno pedinato fino al parcheggio del centro commerciale Bennet, dove l'uomo è arrivato a bordo di una Lancia, parcheggiando in attesa dei due corrieri. 

Quando la coppia è arrivata, l'albanese ha lasciato la Lancia nel parcheggio e, guidando la loro Peugeot - sempre con la bimba a bordo - li ha accompagnati al centro commerciale per poi tornare da solo a casa sua. A quel punto, la polizia ha continuato a pedinarlo e quando il ventottenne è entrato nel suo box, gli agenti sono entrati in azione. 

Lì, i poliziotti hanno trovato sia i dieci chili e mezzo di cocaina, dal valore di circa 400mila euro, sia i 166mila euro in contanti. Secondo una prima ipotesi degli inquirenti, i soldi dovevano poi fare il percorso inverso, sempre a bordo della Peugeot. Probabile, a questo punto, che si trattasse del pagamento di una partita di cocaina o di un anticipo per un futuro scambio. 

L'albanese e il tedesco sono stati portati nel carcere di Monza, mentre l'austriaca, con la figlia, si trova a San Vittore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vanno a vendere 10 kg di cocaina con una neonata in auto: tre arresti

MonzaToday è in caricamento