'Ndrangheta, anche una banca clandestina a Seveso

Usura e riciclaggio: tra le attività scoperte dalla polizia anche una vera e propria banca clandestina. Il gruppo controllava la "ndrina" di Desio

Arresti per 'ndrangheta

Sono 40 le persone arrestate in tutto nell'operazione contro la 'ndrangheta condotta dalla polizia di Milano. I reati sono di associazione di stampo mafioso, riciclaggio, usura, corruzione, estorsione, esercizio abusivo del credito e intestazione fittizia di beni e società. L'operazione è stata eseguita sia in Lombardia sia in altre regioni italiane, con arresti, perquisizioni e sequestri per decine di milioni di euro. In molti casi viene contestata anche l'aggravante dell'utilizzo del metodo intimidatorio.

L'organizzazione era dedita all'usura e al riciclaggio di denaro sporco, sia esportando capitali (in Svizzera e San Marino) sia arrivando a controllare attività in vari settori: edilizio, nautica, trasporti, commercio, ristorazione, lavori pubblici e anche energie rinnovabili.

La banda aveva assunto il controllo della "ndrina" di Desio e aveva creato una banca clandestina a Seveso. Si serviva della complicità di dipendenti delle Poste e di banche, ma anche di imprenditori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento