rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Arcore

I baby rapinatori che assaltano il market col coltello e quasi staccano un dito al cassiere

I tre - 16, 17 e 18 anni - sono stati individuati dai carabinieri e ora raggiunti da una ordinanza di misura cautelare. La rapina, la fuga e l'aggressione

Mascherina a coprire il volto e cappuccio in testa, in tre, sono entrati all'interno di un minimarket e hanno puntato un coltello alla gola al cassiere per portare via alcune bottiglie di alcolici, l'incasso e lo smartphone dell'uomo. E poi sono fuggiti via. I tre baby rapinatori - di 16, 17 e 18 anni - a piedi si sono diretti verso la vicina stazione, inseguiti dalla vittima che ha provato a fermarli. Per far desistere l'uomo lo hanno intimidito, minacciando di tagliargli un dito con una tronchese.

I baby rapinatori in azione

Ora i tre, al termine dell'attvità di indagine dei carabinieri della compagnia di Monza, sono stati raggiunti da una ordinanza di misura cautelare: per i due ragazzini minorenni - un 16enne e un 17enne brianzoli, residenti nel Monzese, senza alcun precedente - è stato disposto l'obbligo della permanenza in casa e i due ragazzini, indagati per rapina in concorso, adesso non potranno uscire dalle loro abitazioni. In carcere invece è finito il complice 18enne che è stato rintracciato pochi giorni dopo il colpo a Vimercate, nei pressi di una fermata dell'autobus: addosso aveva ancora il coltello utilizzato per la rapina.

VIDEO | La banda dei baby rapinatori brianzoli 

La rapina

La rapina è stata messa a segno all'inizio di febbraio ad Arcore: i tre hanno agito in gruppo e hanno puntato all'incasso, colpendo il cassiere e minacciandolo con un coltello alla gola. Dopo aver inseguito i rapinatori, il cassiere li ha raggiunti in stazione, bloccandone uno per il braccio. L'uomo è stato costretto però a desistere perchè il giovane lo ha minacciato infilandogli le dita in una tronchese. Sulle tracce della baby banda però si erano ormai messi i carabinieri che in pochi istanti sono giunti sul posto con diverse pattuglie.

I militari dell'Arma hanno raggiunto e rintracciato uno dei minorenni con la tronchese e parte della refurtiva nascosta nella tasca del giubbotto insieme ai documenti di identità dei complici. Indizi questi che hanno consentito agli investigatori - grazie anche alle riprese delle immagini di videosorveglianza della zona - di rintracciare i responsabili. Grazie agli occhi elettronici è stato ricostruito anche il percorso di fuga del secondo giovane che è stato rintracciato. Il terzo complice, come già detto, è stato invece rintracciato pochi giorni dopo, a una fermata dell'autobus.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I baby rapinatori che assaltano il market col coltello e quasi staccano un dito al cassiere

MonzaToday è in caricamento