Cronaca

Scoperto un magazzino di auto rubate: nei guai anche un brianzolo

Auto rubate, smontate e rivendute in pezzi: la base logistica era a Zanica, nella bergamasca

Quattro persone sono finite in manette con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata al riciclaggio per la rivendita di pezzi di auto rubate in tutta la Lombardia.

Tra queste l'arresto è scattato anche per un uomo di 58 anni di Monza. L'ordinanza di custodia cautelare in carcere è stata emessa in segutio all'operazione "Demolition" della polizia stradale di Bergamo che ha portato alla scoperta di un magazzino a Zanica dove venivano stipate le auto rubate e poi smontate i cui pezzi venivano venduti.

Qui, in uno spazio di 600 metri quadrati, sono state scoperte 66 vetture rubate in tutta la Lombardia e 73 propulsori con numero di matricola abrasa.

Il giro d'affari complessivo per la rivendita dei pezzi si aggirava intorno ai 2 milioni di euro l'anno: il risparmio rispetto all'acquisto di un articolo originale era pari al 50%.

Insieme al 58enne monzese sono stati arrestati due bergamaschi di 63 e 71 anni e una donna romena, intestataria delle fatture di rivendita dei pezzi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperto un magazzino di auto rubate: nei guai anche un brianzolo

MonzaToday è in caricamento