Nova Milanese, beccato mentre spaccia "in coppia" col cane

Incensurato, disoccupato per l'ufficio di collocamento, l'uomo era in realtà indaffaratissimo nella sua attività di «distributore» di droga. Il segno di riconoscimento? Un cagnolino, che naturalmente non c'entra

Vicolo dei Fiori a Nova Milanese

NOVA MILANESE – Il segno di riconoscimento? Il cagnolino che un 51enne di Nova Milanese portava al guinzaglio ogni volta che esercitava il suo «mestiere»: lo spacciatore. Incensurato, disoccupato per l’ufficio di collocamento, l’uomo era in realtà indaffaratissimo nella sua attività di «distributore» di droga sulla "piazza" di vicolo dei Fiori, a Nova Milanese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL BLITZ - Ma il suo «marchio di fabbrica» è stato anche la sua rovina: i carabinieri di Desio, che avevano ricevuto numerose segnalazioni sulla presenza di un insolito pusher con tanto di cane al guinzaglio, lo hanno subito riconosciuto. E sono entrati rapidamente in azione. Dopo il fermo, lo hanno perquisito a colpo sicuro: addosso aveva 120 grammi di hashish. In casa dell’uomo i militari hanno scoperto altri 200 grammi di «erba». Lo spacciatore è stato arrestato per detenzione e spaccio di stupefacenti. Chissà che fine farà adesso  il suo fedele amico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Con il prof. Riva lezioni in lingua: in classe si parla solo in latino

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • A Monza apre il "nuovo" Bennet, nell'ex Auchan confermati 100 dipendenti

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Covid, si rischia un nuovo lockdown? "Non ci sono più strumenti per contenere i contagi"

  • Coronavirus, focolaio all'ospedale di Carate Brianza: 14 operatori positivi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento