menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto repertorio

Foto repertorio

Quintali di coca importati in Brianza, maxi operazione contro il traffico di droga: 14 arresti

L'operazione della Guardia di Finanza di Lecco coordinata dalla procura di Monza ha portato all'esecuzione di quattordici ordinanze di custodia cautelare nei confronti di un sodalizio italo-albanese

Traffico di droga e spaccio di cocaina. Sono quattordici le ordinanze di custodia cautelare in carcere a cui ha dato esecuzione la Guardia di Finanza di Lecco nell'ambito di un'indagine coordinata dalla Procura di Monza.

L'inchiesta ha permesso di sgominare un sodalizio criminale italo-albanese dedito al traffico di droga e allo spaccio attivo in tutto il nord Italia. Le indagini sono state condotte dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Lecco, con il supporto della Direzione Centrale per i Servizi Antidroga (D.C.S.A.) e si sono focalizzate su un gruppo di pregiudicati albanesi e italiani.

Nel corso delle attività investigative, l'attenzione degli inquirenti si è concentrata su un cittadino albanese, considerato referente di un’organizzazione criminale attiva tra Spagna, Albania ed Olanda e dedita al traffico di ingenti quantitativi di cocaina destinati al mercato italiano. Le Fiamme Gialle hanno inoltre individuato il corriere delle partite di stupefacente: un camionista albanese, responsabile dell’importazione di oltre due quintali di cocaina dalla Spagna e dall’Olanda. L'uomo utilizzava una società di autotrasporti per conto terzi, con sede a Cantù, nel comasco, alle porte della Brianza.

Al termine dell'indagine la procura di Monza ha emesso le ordinanze di misura cautelare in carcere nei confronti di quattordici soggetti: tre italiani e undici albanesi, residenti nelle province di Lecco, Como, Monza, Milano e Savona, per traffico di sostanze stupefacenti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

MonzaToday è in caricamento