Arrestato l'aggressore di Albiate: è un uomo di 34 anni incensurato

Dopo una serrata indagine i carabinieri del comando di Seregno sono riusciti a identificarlo e raggiungerlo nella sua abitazione: per lui sono scattate le manette con l'accusa di lesioni aggravate

L'uomo è stato arrestato

A immortalare attimo dopo attimo la fuga dell'aggressore da via Marconi lunedì mattina è stata la telecamera di sorveglianza installata fuori da un negozio della cittadina.

E' proprio da qui, da questi fotogrammi, che sono partiti i carabinieri per dare la caccia all'uomo che intorno alle 11.30 ha aggredito in strada, ad Albiate, senza un apparente motivo, una pensionata di 77 anni a calci e pugni.

Il responsabile è un uomo dell'81, italiano, incensurato. I carabinieri della compagnia di Seregno guidati dal capitano Vinciguerra lo hanno trovato in casa, nella sua abitazione. Incastrato dai rilievi fotografici e dal riconoscimento da parte dei testimoni per lui sono scattate le manette con l'accusa di lesioni aggravate.

Secondo il racconto di alcuni testimoni, che poi hanno fornito una descrizione precisa dell'accaduto agli inquirenti, un uomo si sarebbe avvicinato alla donna che stava camminando e avrebbe iniziato a colpirla con calci e pugni sul corpo, soprattutto sul volto, con una violenza inaudita. Oltre alle botte contro l'anziana l'aggressore avrebbe urlato minacce di morte.

Dopo la furia violenta l'uomo si è dato alla fuga, allontanandosi dal luogo dell'accaduto, provando a far perdere le proprie tracce. 

Uno dei passanti che aveva assistito alla scena ha chiamato immediatamente il 112 e insieme ai soccorsi in via Marconi sono arrivati anche i carabinieri. Mentre la donna veniva portata via in ambulanza, senza perdere un solo minuto i militari hanno avviato le ricerche, ascoltato i presenti, visionato le telecamere e diramato un avviso a tutte le pattuglie.

L'aggressore è stato rintracciato nella sua abitazione e arrestato. Sull'identità del 34enne i carabinieri non hanno voluto divulgare informazioni così come sulla motivazione alla base del gesto. Di lui si sa solo che ha la fedina penale pulita e che non vive in Brianza: il perchè della violenta aggressione resta un mistero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La dea bendata bacia la Brianza: con un Gratta e Vinci porta a casa 20 mila euro

  • Ospedale di Vimercate "al collasso", NurSind: "Di notte solo 2 infermieri per 53 malati"

  • Dramma ad Agrate Brianza, trovato senza vita in un campo un uomo di 34 anni

  • Salute Donna e il San Gerardo piangono la morte di Licia, l'infermiera dal cuore buono

  • Marito e moglie, sposati da oltre 60 anni, muoiono di covid lo stesso giorno a Monza

  • Passa con il rosso e si scontra con un'auto poi la Seat finisce contro muro e prende fuoco

Torna su
MonzaToday è in caricamento