Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca San Giuseppe / Viale Romagna

Banda rom dedita a rapine riciclava il denaro macchiato

Dopo i furti ai danni di orafi e furgoni portavalori i soggetti erano in grado di ripulire il denaro sporcato di inchiostro dai sistemi di sicurezza: 18 le ordinanze restrittive emanate

C'è stato anche il contributo di alcuni agenti del commisariato di Polizia di Stato di Monza all'indagine che ha permesso di smascherare una banda criminale dedita a furti e rapine ai danni di orafi e portavalori.

Sono 18 i provvedimenti restrittivi emanati dalla Polizia di Stato di Padova per altrettanti soggetti, di etnia rom e italiana: le operazioni hanno coinvolto le forze di tutta Italia con la partecipazione delle squadre mobili di Milano, Treviso, Vicenza, Udine, Venezia, Verona, Rovigo, Belluno e Forlì.

Le indagini hanno fatto emergere come i componenti della banda, dediti a reati di riciclaggio di elevate somme di denaro e ricettazione, erano anche in grado di ripulire le banconote macchiate dai dispositivi di sicurezza dei furgoni portavalori.

Diverse buste contenenti banconote sporche di inchiostro sono state trovate in diversi campi rom nella provincia di Treviso e sono in corso ulteriori perquisizioni in campi nomadi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Banda rom dedita a rapine riciclava il denaro macchiato

MonzaToday è in caricamento