Ai domiciliari dalla compagna, lei non lo vuole più: finisce in carcere

È successo a Carnate, nei guai 36enne che stava scontando la pena a Carnate

Immagine repertorio

Stava scontando gli arresti domiciliari a casa della compagna   ma lei non ha più voluto ospitarlo e per lui, non avendo dimore alternative, si sono aperte le porte del carcere. È successo sabato 26 gennaio a Carnate, dove i carabinieri della stazione di Bernareggio hanno arrestato un 38enne marocchino e lo hanno ristretto nel carcere di Monza. La notizia è stata resa nota dai carabinieri della compagnia di Vimercate.

Tutto è scattato quando la donna che lo ospitava ha dichiarato la sua cessata disponibilità a dividere il suo appartamento con lui, secondo quanto trapelato la decisione sarebbe maturata a causa di una "incopatibilità caratteriale".

L'uomo era stato arrestato nel 2016 dai carabinieri a Milano: era stato trovato in possesso di 21 grammi di cocaina. Era stato condannato in via definitiva a 3 anni, 6 mesi e 20 giorni di reclusione e dopo due anni in carcere, nel settembre 2018, era stato ristretto ai domiciliari: prima dal fratello a Vimercate, poi — da dicembre — dalla compagna.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento