Carabiniere fuori servizio picchiato dai ladri: lui e i clienti li arrestano

Il militare, che era con la famiglia in un centro commerciale, ha visto un uomo rubare un paio di scarpe e lo ha bloccato. Nonostante l’aggressione di un complice, il carabiniere - con l’aiuto dei clienti - è riuscito a bloccarli

Il militare era fuori servizio - Foto repertorio

Il dovere lo ha richiamato all’ordine e lui, senza pensarci due volte, ha risposto presente. Si è beccato un pugno in pieno petto, qualche insulto, ma alla fine - anche grazie alla splendida risposta dei presenti - ha vinto la sua “battaglia”. 

Ottimo esempio di collaborazione fra cittadini e forze dell’ordine martedì pomeriggio nel negozio “Scarpe e Scarpe” del centro commerciale di Limbiate, teatro dell’arresto di due ladri, eseguito da un carabiniere libero dal servizio e in abiti civili. 

Il militare, un appuntato scelto della tenenza di Limbiate, è infatti riuscito a fermare due marocchini - un trentottenne pregiudicato e un minorenne, anche lui pregiudicato - che mercoledì sera - dopo gli accertamenti del caso - sono finiti in cella con le accuse di rapina, resistenza e violenza a pubblico ufficiale. 

Ad incastrarli è stato lo stesso militare che martedì è stato testimone di un loro colpo. L’appuntato, al centro commerciale con la famiglia, ha infatti visto il più grande dei due malviventi mentre cercava di rubare un paio di scarpe da un negozio e un secondo uomo già pronto a fuggire dal locale con altra merce rubata. 

A quel punto, il carabiniere si è qualificato e ha bloccato il ladro, chiedendo immediatamente l’intervento dei rinforzi. Il minorenne della banda, però, si è scagliato contro il militare, colpendolo con un pugno al petto, cercando di liberare l’amico. 

L’appuntato non ha mollato la presa e con l’aiuto di alcuni clienti e dei colleghi intervenuti è riuscito a bloccare entrambi i ladri. Nell’auto della banda, i carabinieri hanno trovato altri vestiti rubati poco prima, che sono stati tutti restituiti ai negozi. 

A casa del trentottenne, invece, che è residente a Cesano Maderno, sono state trovate dieci biciclette da corsa di elevato valore. I carabinieri stanno continuando ad indagare per risalire ai proprietari dei mezzi e per identificare il terzo uomo della banda che è riuscito a fuggire. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

Torna su
MonzaToday è in caricamento