Cronaca

Soldi in cambio del "Bonus Bebè": dipendente comunale in manette

L'arresto per concussione a Pioltello

Aveva deciso che il suo stipendio di dipendente comunale gli stava stretto così, appena ha trovato l'occasione per arrotondare, l'ha colta al volo.

Un dipendente comunale in servizio presso il municipio di Pioltello mercoledì pomeriggio è stato arrestato dai carabinieri della Tenenza di Pioltello e del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Cassano d’Adda: in manette, per il reato di concussione continuata, è finito un 55enne del posto.

L’impiegato aveva chiesto ad un cittadino pachistano, residente nel comune, 100 euro come compenso per l’ottenimento del “bonus bebè” per il figlio appena nato, noostante la concessione del contributo fosse automatica. Le manette sono scattate per il dipendente comunale subito dopo aver intascato il contante, sotto gli occhi dei Carabinieri che avevano installato una telecamera nel proprio ufficio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Soldi in cambio del "Bonus Bebè": dipendente comunale in manette

MonzaToday è in caricamento