Donna rom stanca della latitanza si fa arrestare

Aveva accumulato 20 anni di condanna cumulativa e la sua famiglia non ne sapeva nulla

Un campo rom (foto Salvini)

Una storia insolita, un ripensamento tardivo che ha lasciato a bocca aperta la sua famiglia e i suoi figli.

Una donna nomade ha chiamato i carabinieri e si è fatta arrestare.

SI tratta di una 39enne di origini croate residente insieme ai suoi in un campo nomade a Bottanuco, nella bassa bergamasca.

La donna nel corso della sua vita aveva messo a segni numerosi reati, fin da giovanissima: era ricercata per diversi furti messi compiuti in appartamenti e reati contro il patrimonio.

Che oltre a madre e moglie fosse una ladra su cui pendevano diverse condanne definitive, arrivate a una pena cumulativa che superava i 20 anni di reclusione, la famiglia della donna non sapeva nulla.

Stanca di vivere nella latitanza la donna l’altro giorno ha deciso di farsi venire a prendere dalle forze dell'ordine.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, "Probabile terza ondata in Lombardia": la Regione studia il piano per il vaccino

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

  • I vestiti sporchi di sangue in lavatrice e il coltello rimesso a posto, fermati due minorenni per l'omicidio di Cristian

  • Brugherio, troppi clienti dentro il negozio nel centro commerciale: multa e attività chiusa

Torna su
MonzaToday è in caricamento