Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca

Fino a 5 chili di droga ogni mese sulle piazze di spaccio: un arresto anche a Monza

In manette è finito un 31enne cittadino marocchino residente in città. L’operazione della Guardia di Finanza del comando provinciale di Savona

Sono sei gli arresti eseguiti dagli uomini della Guardia di Finanza del comando provinciale di Savona nei confronti di altrettanti cittadini - residenti tra la Liguria e la Lombardia - nella giornata di martedì 4 maggio. Una delle ordinanze di custodia cautelare in carcere è stata eseguita anche a Monza dove i militari delle Fiamme Gialle hanno arrestato un 31enne di origine marocchina, addetto presso una azienda di depurazione con sede a Cinisello Balsamo.

I finanzieri hanno bussato alla porta della sua abitazione in via Lamarmora martedì mattina e insieme all’arresto è scattata la perquisizione nell’appartamento ma tra le stanze non risultano essere state rinvenute tracce di sostanza stupefacente.

L’uomo però risulta coinvolto nell’ambito dell’indagine condotta dalle Fiamme Gialle della Compagnia di Savona, iniziata nel settembre 2020, che si è sviluppata attraverso attività tecniche, affiancate da servizi di osservazione, controllo e pedinamento. Il presunto capo dell’organizzazione, per un periodo di tempo, sembra abbia anche diretto l’attivitàdi trafico e spaccio del sodalizio direttamente dall’Egitto. L’attività investigativa svolta ha consentito di accertare che l’’organizzazione criminale spacciava tra Savona, Albissola e Varazze, fino a chili di hashish al mese (rifornendosi nelle piazze di spaccio di Torino).

Durante il periodo di lockdown, non potendosi spostare agevolmente oltre i confini della regione, gli spacciatori si approvvigionavano a Genova ed Albenga. L’indagine, nel tempo, aveva già portato all’arresto di tre persone, nella flagranza del reato, mentre un quarto soggetto era stato denunciato a piede libero per lo stesso reato. Nelle varie operazioni, sono inoltre stati sottoposti a sequestro, quasi 4 kg di hashish, circa 10 mila euro in contanti, bilancini di precisione, telefoni cellulari e due autovetture. Sono stati oltre quaranta i finanzieri impegnati in una decina di perquisizioni, una delle quali appunto a Monza. L’arrestato monzese risulta aver gravitato sul territorio di Savona in passato e aver preso parte alle attività relative allo spaccio e alla movimentazione di stupefacente: nel passato dell’uomo anche alcuni precedenti specifici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fino a 5 chili di droga ogni mese sulle piazze di spaccio: un arresto anche a Monza

MonzaToday è in caricamento