rotate-mobile
Cronaca Muggiò

Sesso a pagamento con minorenni: in manette un uomo di Muggiò

Tra gli undici arrestati per prostituzione minorile anche Francesco Bellone, 46enne brianzolo, sposato, di professione idraulico

“Abbiamo iniziato per gioco, volevamo prenderci gioco dei gay”. Hanno dichiarato questo agli inquirenti che li hanno ascoltati i ragazzini minorenni adescati da adulti sul social Badoo per incontri e rapporti a pagamento.

Il “gioco” però è diventato più grande di loro e i quattro minorenni tra i 14 e 17 anni si sono trovati di fronte adulti pronti a offrire biglietti di Gardaland, telefoni cellulari, pranzi al McDonald’s o ancora denaro per “pagare” un po’ di tempo passato insieme e rapporti sessuali consumati velocemente in macchina nei parcheggi dei centri commerciali o dei cimiteri. Gli indagati pagavano tra i 20 e 100 euro per rapporti sessuali con ragazzini tra i 15 e i 17 anni ma offrivano loro anche cene a base di pizza o hamburger e vestiti alla moda.

L’indagine condotta dai carabinieri del comando provinciale di Brescia ha preso avvio grazie alla testimonianza di una madre che si è accorta della doppia vita del figlio curiosando nel suo telefono cellulare. Nel mirino degli inquirenti sono finiti diversi professionisti, dal parroco bergamasco di Solza all’allenatore di una squadra di calcio giovanile fino a un agente della Polizia Locale, tutti insospettabili ma accusati di prostituzione minorile. L’indagine “Baby Parking” ha toccato diverse province lombarde da Brescia a Bergamo passando per Monza e Brianza, Milano, Pavia e arrivando in Emilia Romagna, a Parma.

Oltre al don Diego Rota, all’allenatore Cristian Zilli di Treviglio e all’agente della Locale di Boltiere Egidio Bosio, sono finiti in manette l'idraulico sposato 46enne di Muggiò Francesco Bellone, Claudio Tonoli, il 56enne sieropositivo già arrestato con l'accusa di lesioni gravissime dalla Polizia Locale di Montichiari e l'imprenditore bresciano Francesco Mario Zani, 50enne con diversi precedenti alle spalle. La lista degli arrestati si allunga ancora nella bergamasca con il 40enne Ettore Tucci, il 49enne Pierluigi Rossi e a Milano e provincia dove le manette sono scattate per Massimo Zoli (45 anni) e Gerardo Morana (47 anni) ed Ernesto Messina. E’ di Parma invece il 58enne Sergio Madureri.

Al momento risultano invece solo quattro i ragazzi coinvolti che prendevano contatti in rete con gli adulti fingendosi maggiorenni.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sesso a pagamento con minorenni: in manette un uomo di Muggiò

MonzaToday è in caricamento