Cronaca Cornate d'Adda

Sentono rumori strani e chiamano i carabinieri, topi d'appartamento arrestati sul balcone

I ladri avevano colpito in via Lanzi a Cornate d'Adda: in manette due cugini albanesi di 21 e 26 anni sorpresi con gli arnesi da scasso in mano e il bottino

Li hanno sorpresi e arrestati sul balcone proprio mentre, cacciavite alla mano e bottino in saccoccia, stavano per darsi alla fuga.

Due topi d'appartamento domenica sera sono stati fermati a Cornate d'Adda dopo essersi resi responsabili di un furto in appartamento in un'abitazione di via Lanzi. I militari dell'Arma sono arrivati sul posto in seguito alla chiamata di allerta ricevuta da un vicino di casa che aveva sentito rumori sospetti provenire da uno dei appartamenti dello stabile.

I carabinieri hanno cinturato l'intera area per bloccare ogni via di fuga ai ladri e hanno fatto in modo che i malviventi non si accorgessero di nulla. Gli uomini in divisa dopo aver sentito dei rumori provenire dal balcone al primo piano hanno deciso di intervenire e si sono arrampicati con una scala. 

Qui, proprio mentre stavano per darsi alla fuga con un orologio, preziosi e monili appena trafugati, hanno sorpreso i ladri. In manette sono finiti due cugini albanesi S.R., 21enne, senza fissa dimora, incensurato e S.E., 26enne già noto alle forze dell'ordine per altri reati.

I due sono stati arrestati e processati per direttissima: per uno di loro, già colpito da provvedimento di espulsione, è scattato il rimpatrio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sentono rumori strani e chiamano i carabinieri, topi d'appartamento arrestati sul balcone

MonzaToday è in caricamento