rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Cronaca Cornate d'Adda

Condannato dopo un furto scompare nel nulla: arrestato dai carabinieri dopo due mesi

Protagonista del fatto un 60enne di Cornade D'Adda, arrestato dai militari di Trezzo

Aveva fatto perdere le proprie tracce dopo che era stato sorpreso a rubare rame in un cimitero e condanato all'obbligo di dimora nel suo comune di residenza. La sua compagna si era presentata dai carabinieri denunciando la scomparsa che faceva temere il peggio. È stato arrestato nella giornata di mercoledì dai carabinieri di Trezzo sull'Adda. Protagonista del fatto: un 60enne di Cornade D'Adda scomparso a fine dicembre 2016.

I militari dell'Arma erano sulle sue tracce. Qualche giorno dopo la scomparsa si era presentato presso una filiale dell'Unicredi di Milano dove aveva effettuato un prelievo. Nessun dubbio: la sua identità è stata confermata anche dalle immagini registrate dalle telecamere a circuito chiuso dell'istituto.

Informato dell'accaduto il tribunale di Bergamo aveva aggravato la misura cautelare. Quando nel pomeriggio di mercoledì il 60enne si è presentato in caserma a Trezzo sull'Adda per la revoca delle ricerche sono scattate le manette. Dichiarato in stato di arresto, è stato accompagnato nel carcere di Bergamo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Condannato dopo un furto scompare nel nulla: arrestato dai carabinieri dopo due mesi

MonzaToday è in caricamento