Cronaca Meda

Lavoratori senza contratto e senza permesso di soggiorno in una sartoria a Meda

Le verifiche dei carabinieri della compagnia di Seregno hanno portato all'arresto di un cittadino cinese pregiudicato per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina

Lavoravano in nero, senza un regolare contratto e sprovvisti anche del permesso di soggiorno.

E' questa la scoperta che i carabinieri della compagnia di Seregno hanno fatto a Meda, all'interno di una sartoria gestita da un cittadino cinese che sfruttava il lavoro di alcuni connazionali non in regola.

In seguito ad alcuni accertamenti svolti nei giorni scorsi presso l'esercizio commerciale i militari hanno fatto scattare le manette con l'accusa di “favoreggiamento dell’immigrazione clandestina” per L.X., cittadino cinese residente a Meda, pregiudicato.

L'ordine di carcerazione è stato emesso dal Tribunale di Monza in seguito all’indagine che ha portato alla scoperta di alcuni lavoratori di nazionalità cinese che impiegavano la loro manodopera senza regolare permesso di soggiorno e contratto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoratori senza contratto e senza permesso di soggiorno in una sartoria a Meda

MonzaToday è in caricamento