Controlli a un furgone sospetto: arrestato un ricercato moldavo

Per lui il Tribunale di Como aveva disposto un provvedimento giudiziario per reati legati all'immigrazione clandestina: gli agenti della Polizia di Stato l'hanno pizzicato a Monza

Una volante del commissariato di viale Romagna stava effettuando un servizio di controllo sul territorio cittadino mercoledì sera, intorno alle 23.30.

Attraversando via Einstein gli agenti hanno notato in un parcheggio al buio un furgone sospetto con targa bulgara.

A bordo, a fari spenti e immobili, c'erano due uomini. Immediatamente sono scattati i controlli e gli accertamenti sulle generalità fornite dai due.

Mentre il conducente è risultato essere in regola e non avere conti in sospeso, almeno sulla carta, con la giustizia, invece il passeggero, 31 anni, originario della Moldavia, si è presentato con un alias.

E' stato proprio questo tentativo di sviare gli inquirenti dalla sua vera identità che ha destato i primi sospetti.

Da accertamenti successivi e più approfonditi è infatti emerso quanto il 31enne voleva nascondere: sul giovane pendeva una condanna a cinque mesi e 17 giorni per reati legati allo stato di clandestinità.

Il moldavo è risultato essere ricercato da diverso tempo per un provvedimento di reclusione disposto dalla Procura del Tribunale di Como. 

Il 31enne adesso è stato arrestato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • Monza, Lombardia diventa zona arancione: le faq per capire cosa si può fare e cosa no

  • Omicidio a Monza, uomo ucciso a coltellate in via Fiume: morto 42enne

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • Ucciso a coltellate in strada a San Rocco, morto un uomo di 42 anni a Monza

Torna su
MonzaToday è in caricamento