Arrestati dopo trenta rapine: la "Banda del casello" va in carcere

Avevano rapinato trenta caselli autostradali, ma sono finiti dietro le sbarre: arrestati tre cittadini romeni che avevano la loro "base" tra Milano e Monza

Avevano appena ordinato un cappuccio con brioches in un bar di Forlì, ma non hanno fatto in tempo a consumare la loro colazione: sono stati arrestati. In questo modo è finita l'avventura di tre cittadini romeni che avevano rapinato diversi caselli autostradali.

I tre avevano messo a segno trenta rapine nei caselli di mezza lombardia tra cui quello di Vimercate. La dinamica era quasi sempre la stessa: si presentavano armati di mazze da hockey, picconi e accette e intimavano al casellante di consegnargli l'incasso e subito dopo si davano alla fuga.

L'ultimo colpo aveva fruttato quasi 4.500 euro, ma complessivamente — secondo le stime degli inquirenti — avrebbero raccolto circa 200mila euro. I tre malviventi avevano la loro "base" tra Milano e Monza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Lombardia dice addio alla zona rossa? Fontana: "Vicini ad allentamento delle misure"

  • È a Monza uno dei migliori ristoranti d'Italia secondo il Gambero Rosso

  • La pensione di dicembre e la tredicesima arrivano il 25 novembre: la novità in Brianza

  • C'è una prof. brianzola tra le cento donne più influenti al mondo

  • A due ore d'auto da Monza, in Valmalenco, un ghiacciaio che ricorda l'Islanda

  • Covid, Lombardia verso entrata in 'zona arancione' da venerdì: cosa cambia

Torna su
MonzaToday è in caricamento