Si tingono barba e capelli di nero per non farsi riconoscere, arrestati due rapinatori seriali

Si tratta di due monzesi di 57 anni. Lo scorso ottobre erano già stati fermati e arrestati a Monza al termine di un inseguimento su uno scooter rubato: durante la fuga avevano anche esploso un colpo di pistola

Due rapinatori vecchio stile, con una lunga carriera alle spalle e almeno sette rapine messe a segno in pochi mesi ai danni di supermercati e discount. E con i carabinieri sempre più sulle loro tracce. Al punto che alla fine, per tentare di sfuggire alla cattura, non hanno trovato altra soluzione che tingersi barba e capelli. Da bianchi che erano, tornati nerissimi.

Un espediente con il quale speravano di camuffare la loro identità, ormai nota alle forze dell’ordine. Ma non è servito a nulla comunque: i carabinieri del nucleo operativo radiomobile di Desio hanno dato esecuzione a due ordinanze di custodia cautelare nei confronti di due malviventi, R.A., C.F., entrambi di 57 anni, di Monza che dallo scorso 19 ottobre erano già in carcere, arrestati al termine di un inseguimento a Monza.

A incastrarli un modus operandi ripetitivo: i banditi arrivavano in sella a una moto rubata (ogni volta con una targa diversa). Sciarpa sul volto, casco in testa, armi in pugno, minacciavano le cassiere, facendosi consegnare bottini sempre significativi. In tutto, 25mila euro. Ogni volta le telecamere li immortalavano con lo stesso abbigliamento.

Il 19 ottobre scorso hanno incontrato sul loro cammino i carabinieri ed è scattato l'inseguimento, in via Agnesi a Monza: al termine di una corsa mozzafiato durante la quale è stato esploso anche un colpo di pistola in aria, i due sono stati arrestati per ricettazione (la moto usata risultava rubata) e resistenza.  Ora però, al termine dell’operazione "Barbanera" (ispirata al maldestro tentativo di tingersi barba e capelli), i carabinieri sono riusciti ad attribuire ai rapinatori anche la responsabilità di sette rapine: il 19 luglio al supermercato In's di Monza (bottino 2mila euro), il 5 agosto al Rex di Cesano (poco meno di 8mila euro), il 29 agosto all'alimentari San Rocco di Vedano al Lambro (oltre 5mila euro), il 9 settembre al D-più di Albiate (oltre 2mila euro), il 20 settembre all'Eurospin di Monza (quasi 4mila euro) , il 23 settembre all'In's di Paderno Dugnano (200 euro) e il 6 ottobre, sempre a Monza, in un punto vendita Sigma (bottino: quasi 6mila euro).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco i 10 comuni brianzoli con più contagi

  • Atti osceni con una ragazza nuda in un giardinetto a Monza, multa da 10mila euro

  • Dove fare il vaccino anti-influenzale a Monza e in Lombardia: tutte le informazioni

  • Coprifuoco, centri commerciali chiusi nel weekend e didattica a distanza: le nuove misure anticovid in Lombardia

  • Bollettino coronavirus 21 ottobre, record di contagi: 4.126 in Lombardia e 671 a Monza e Brianza

  • "Stop a spostamenti e attività dalle 23 alle 5 in Lombardia": la proposta al governo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
MonzaToday è in caricamento