Cronaca Carnate

Chiama i carabinieri dopo l'ennesima lite con il compagno: l'uomo era ricercato

I fatti a Carnate sabato sera dopo che una donna ha allertato il 112 stanca dei continui maltrattamenti che avrebbe subito da parte dell'uomo

Stanca dell'ennesima lite tra le mura domestiche ha chiamato il 112 e ha chiesto aiuto contro il suo compagno colpevole, secondo la vittima, di maltrattarla e offenderla da tempo.

E' stato così che sabato sera a Carnate hanno bussato alla porta dell'appartamento della donna i militari della compagnia di Vimercate, intervenuti in seguito alla richiesta giunta alla centrale operativa. Nell'abitazione insieme alla signora era presente anche il compagno di lei, M.G., catanese di 50 anni residente a Carugate. Quello che pareva essere un intervento per sedare dei dissidi domestici però si è rivelato qualcosa di più e i carabinieri, visionando i documenti dell'uomo, hanno scoperto che il 50enne in realtà avrebbe dovuto trovarsi in carcere. Il 50enne infatti, per un episodio avvenuto nel 2011 a Carugate, doveva scontare sette mesi di reclusione per "guida sotto l'influenza dell'alcol". 

Oltre all'arresto per lui è scattata una multa di 3mila euro e sospensione per due anni della patente. L'uomo si trova ora in carcere.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiama i carabinieri dopo l'ennesima lite con il compagno: l'uomo era ricercato

MonzaToday è in caricamento