Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

Dai pesci piccoli allo "squalo": in casa un market della droga

I carabinieri di Muggiò hanno arrestato una coppia di spacciatori nel centro di Segrate. Nell'appartamento oltre 7 kg di marijuana, mezzo chilo di eroina, hashish, cocaina e 130 stecche di sigarette

Mezzo chilo di eroina nascosta in una scatola per scarpe riposta in una scarpiera e sette chili di marijuana in un borsone custodito in mansarda dietro i mobili.

Alla domanda di rito, prima di iniziare la perquisizione, da parte dei carabinieri se in casa detenessero droga e sostanze vietate la coppia aveva anche risposto di no.

Lunedì i militari della stazione di Muggiò hanno arrestato L.A.M. 37enne di Segrate e L.G.L., la sua compagna di 41 anni di Cologno Monzese. Per entrambi l'accusa è di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. A loro i carabinieri della compagnia di Desio sono arrivati seguendo i movimenti dei piccoli pusher che si rifornivano dal 37enne. Monitorando gli spostamenti degli spacciatori i militari sono riusciti a individuare dove fosse l'abitazione dell'uomo così, lunedì, gli inquirenti si sono presentati alla porta del suo appartamento con mansarda al primo piano di uno stabile nel centro di Segrate.

In casa in quel momento era presente anche la compagna di lui e entrambi, alla specifica richiesta dei carabinieri hanno risposto di non avere droga in casa. E invece la sostanza stupefacente c'era e anche tanta.

In un armadio in soggiorno i militari hanno scovato una scatola di cartone con all'interno 600 g di hashish in panetti e un sacchetto di cellophane contenente 30 g di marijuana. Nello stesso armadio, in una scatola di ceramica, erano custoditi 60 g di cocaina. 

Insieme alla droga poi i carabinieri hanno rinvenuto quattro bilancini, una macchina contasoldi, un dispositivo per il confezionamento di buste sottovuoto e quattordici telefoni cellulari. Le ricerche sono proseguite e si sono fatte più minuziose. In una scatola per scarpe ordinatamente riposta in una scarpiera della casa c'erano 500 g di eroina mentre la vera sopresa i carabinieri l'hanno scovata in mansarda dove in un borsone, in buste di cellophane, erano stipati sette chilogrammi di marijuana. 

Al momento dell'arresto il 37enne aveva addosso 2mila euro in contanti mentre la donna è stata trovata in possesso di una dose di cocaina. 

Nell'appartamento i carabinieri hanno rinvenuto anche 130 stecche di sigarette, probabile provento di furto, piccoli oggetti di valore, orologi e smartphone forse ceduti dagli acquirenti in cambio delle dosi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dai pesci piccoli allo "squalo": in casa un market della droga

MonzaToday è in caricamento